Sapore alla Vita

...perché sei un essere speciale, ed io, avrò cura di te ... - Franco Battiato -

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L'anfora imperfetta

E-mail Stampa PDF

L'anfora imperfetta

Proverbio cinese

 

Ogni giorno un’anziana donna cinese portava l’acqua dalla sorgente al villaggio in due grosse anfore, ognuna appesa all’estremità di un asse di legno che poggiava sulle sue spalle. Una delle due anfore aveva una crepa, mentre l’altra era perfetta e conservava sempre tutto il suo contenuto di acqua. Alla fine del lungo percorso l’anfora difettosa arrivava con la metà del suo contenuto.

Fu così per due lunghi anni: la donna portava a casa un’anfora e mezza di acqua. L’anfora perfetta era orgogliosa di portare sempre a termine il suo compito e se ne vantava ripetendo: “Non perdo neanche una stilla d’acqua, io!”. L’anfora difettosa, invece, si vergognava della sua imperfezione che causava la perdita della metà del suo carico.

Un mattino, la vecchia anfora si confidò con l’anziana signora: “Lo sai, sono cosciente dei miei limiti. Sprechi tempo, fatica e soldi per colpa mia. Quando arriviamo al villaggio sono sempre mezza vuota. Perdona la mia debolezza e le mie ferite”.

L’anziana sorrise e gli disse: “Hai notato che ci sono dei fiori solo e soltanto dal tuo lato del percorso?”. L’anfora rispose: “E’ vero, è bellissimo!”. Riprese la donna: “Questo solo grazie a te: ho sempre saputo della tua perdita, quindi ho piantato dei semi dal tuo lato e sei tu, che ogni giorno, li annaffi. Per due anni ho potuto raccogliere questi meravigliosi fiori per decorare la nostra tavola. Senza di te e il tuo modo di essere, non ci sarebbe stata tutta questa bellezza a graziare la nostra casa”.

Ognuno di noi ha il suo difetto particolare…ma sono le crepe e i difetti che fanno sì che le nostre vite siano più interessanti e più gratificanti, e quindi più saporite!! Dobbiamo solo accettare le persone per quello che sono e cercare in loro il meglio.

 

Testo: Elisa

Grafica: Nicole

Proverbio cinese

 

Ogni giorno un’anziana donna cinese portava l’acqua dalla sorgente al villaggio in due grosse anfore, ognuna appesa all’estremità di un asse di legno che poggiava sulle sue spalle. Una delle due anfore aveva una crepa, mentre l’altra era perfetta e conservava sempre tutto il suo contenuto di acqua. Alla fine del lungo percorso l’anfora difettosa arrivava con la metà del suo contenuto.

Commenti 

 
+1 # Tarcisio Dametto 2012-02-14 15:14
Davvero una bella storia!! :-) complimenti anche per i disegni...sono fiero di voi, ragazze ;-) ;-)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

You are here: Io e la mia maschera L'anfora imperfetta