Sapore alla Vita

...perché sei un essere speciale, ed io, avrò cura di te ... - Franco Battiato -

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

sono qui, vicino a te

E-mail Stampa PDF

Mi chiamo Valeria e ieri sono venuti dei soldati a casa mia. La mamma sembrava molto spaventata, ma mi ha detto che andava tutto bene. Solo che dovevamo andare per un pò in un altro posto, così mi sono portata la bambola Kitty che mi hanno regalato per il mio compleanno. Abbiamo camminato tantissimo, insieme a tantissime altre persone. Ho parlato con un bambino che aveva sette anni come me. Ha detto di chiamarsi Roberto. è simpatico sai? sa fare delle magie con le monetine. Lui mi ha fatto ridere tanto, però vedevo che tutte le persone intorno a me sembravano tanto tristi, così ho detto alla mamma : "perchè sono tutti così tristi?" e lei mi ha risposto "sono solo un pò stanchi". Poi mi ha sorriso e mi ha stretto ancora più forte a sè. Quando siamo arrivati, faceva freddo. Avevo così freddo che mi facevano male le manine. I soldati tedeschi ci hanno divisi maschi e femmine, ma Roberto mi ha promesso che dopo mi avrebbe mostrato un trucco di magia con la sciarpa.La mamma mi ha detto che ci stavano portando a farci la doccia, tutti assieme. Così ci siamo spogliati dentro una stanza, ma Kitty non l'ho lasciata sola, l'ho tenuta sempre con me, perchè ha paura del buio.

La mamma mi ha preso in braccio. Ha cominciato un pò a piangere, anche se cercava di nasconderlo. Mi ha detto di non aver paura, perchè lei era lì, vicino a me. Mi ha detto che mi voleva bene da morire e mi ha stretto forte forte. Ho messo il viso tra i suoi capelli morbidi e piano piano, ho cominciato a vedere sempre più buio...

Ora sono nel cielo blu, quello che vedi ogni mattina, appena esci di casa per andare a scuola o al lavoro. Io non so cosa significa andare alle scuole superiori o al lavoro. Non ho fatto in tempo a scoprirlo.

Ora sono negli occhi di tutti gli extracomunitari che forse qualche volta guardi con diffidenza o sospetto. Sono negli occhi di tutti i bambini che vengono lasciati in disparte, perchè sono di colore o perchè vengono da un altro paese. Sono negli occhi di chi non è accettato per la sua religione, per la sua idea politica, per i suoi ideali o per qualsiasi altra cosa che la società definisce "diverso".

Ora sono nelle parole che vengono dette da tutte quelle persone che lottano ancora per la solidarietà, per la tolleranza e per la giustizia nel mondo. Sono nella sofferenza di ogni uomo e donna che si sente incompreso e discriminato.

Ora sono nelle opere dei sognatori che, nonostante tutto, non smettono di sperare in un mondo migliore, senza pregiudizi e violenze. Sono in quella parte della tua anima che grida a squarciagola, perchè non sopporta più la pigrizia, l'egoismo e l'indifferenza delle persone.

Sono nell'aria che stai respirando in questo momeno. Sono qui, vicino a te.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

You are here: Discriminazione sono qui, vicino a te