Sapore alla Vita

...perché sei un essere speciale, ed io, avrò cura di te ... - Franco Battiato -

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

la musica

E-mail Stampa PDF

 

Perchè i ragazzi amano così tanto la musica??

Forse prima di tutto sarebbe bene chiederci che cos’è la musica, non dal punto di vista emotivo, ma tecnico: “composta da effetti sonori,avviene mediante il canto o strumenti musicali e attraverso i principi dell’acustica provoca la percezione uditiva”. Credo che nessun ragazzo sano di mente risponderebbe cosi’ a qualcuno, ma procediamo col ragionamento. Com’è possibile che un paio di accordi riescano a rattristare o rallegrare una persona umana? Certo potete rispondermi che quella musica vi ricorda una certa persona o delle particolari esperienze che vi hanno cambiato la vita, ma come giustificate una canzone che vi fa salire l’adrenalina fin dalla prima volta che l’ascoltate? Musica è musica, viene da rispondere spontaneamente, ma fermiamoci un attimo, senza dare nulla per scontato, come se venisse un alieno (che incredibilmente sa parlare l’italiano) sulla Terra e che non ha la più’ pallida idea di che cosa siano le note musicali e noi dovessimo spiegarglielo a parole. Se gli diamo la risposta scientifica, dubito che comprenderebbe qualcosa. L’unica soluzione è fargliene sentire un po’ perché la possa capire sul serio...

 E questo perché la musica è molto più’ di qualcosa di uditivo, è magica,speciale, acida,estroversa, è tutto quello che si nasconde nelle nostre vite, in una sola parola è  irrazionalità. Qualcuno sostiene che “è un importante mezzo per sfogarsi, per rilassarsi e, soprattutto per gli adolescenti,una ragione di conforto, discussione e un modo per conoscersi e divertirsi”. Basti pensare ai giovani gruppi musicali che sognano di diventare famose rock star, ai dj, ai cantanti, ai ballerini o semplicemente a ragazzi a cui piacciono parecchi cantanti anche se non sanno niente di note e  assoli come me. Qualcun’ altro canta “la musica è fratellanza” e io, personalmente, ci credo davvero. La musica non fa distinzioni fra italiani o no, poveri o ricchi, alti e bassi, accetta tutti.

Pop, rock, jazz, classica, rap, house…. E chi più’ ne ha, più’ ne metta! Ormai esistono cosi’ tanti generi! Ma prima di inventare questi, la musica, come noi, ha avuto una lunga storia… e pensare che è cominciato tutto dall’Antica Grecia, poi canti gregoriani, musica dei menestrelli medievali, chanson, madrigali, melodrammi…. Tante di quelle cose che non interessano più a  nessuno, ma teniamo conto che se prima di quelli, non ci fosse stato niente, non ci sarebbe neanche la musica dei nostri giorni che è completamente diversa. Ha subito dei drastici cambiamenti man mano che avanzavano i suoi anni, ma… perché? Noi siamo differenti rispetto ai nostri antenati ma i sentimenti emotivi rimangono sempre gli stessi. Abbiamo cambiato mentalità, modo di pensare, abbiamo mezzi molto avanzati…. Ma questo significherebbe che la musica si è adattata a noi, ma se è irrazionalità, non dovremmo essere noi che ci adattiamo a lei, al suo dolce suono che risveglia ricordi o che ci fa volare con la fantasia in un futuro perfetto (i cosiddetti filmati mentali)? Forse è un po’ tutti e due o forse non c’è proprio una risposta a quest’ultima domanda, ma quel che è certo è che la maggior parte di noi, se posso osare, direi tutti, non riesce a vivere senza musica e credo che sarà una delle poche cose della storia dell’umanità ad essere immortale.

 

 

music

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

You are here: Musica la musica